10.10.2007

Facebook


My Linkedin account has known a fast growth recently so... I was interested in discovering something more about another social network: Facebook.

Here is the translation of Jeremiah Owyang post: Web Strategy: What the Web Strategist should know about Facebook

----

Tu: uno Stratega del Web

Se sei il responsabile delle strategie online della tua azienda o organizzazione, i tuoi colleghi ti avranno certamente chiesto di dare un’occhiata ai social network. Se sei nuovo al fenomeno Facebook, quanto segue ti servirà come guida per iniziare, per individuare le risorse che possono esserti d’aiuto, e per fornirti uno sguardo d’insieme in quanto web decision maker.

[Facebook è una piattaforma di identità, applicazioni e community, che dà allo stratega del web molte opportunità di connettersi con le community on line]

Alcuni elementi di Teoria della Strategia Web da conoscere prima di andare avanti

Se non lo avessi ancora capito, il sito web corporate sta perdendo importanza ogni giorno di più ed il web marketing (e l’assistenza) è andato ben oltre il dominio web e i risultati di google. Dovresti sapere anche che i prospect si fidano delle opinioni degli attuali consumatori (che sono “loro simili”) molto di più che non dei venditori, Facebook fa sì che queste community si uniscano, la tua marca non ha più un unico centro – unisciti!

Se non ti sono chiari questi concetti ti sarà difficile andare avanti, per favore rileggiti i post sopracitati.

Opportunità
Su Facebook si stanno creando community di utenti legati da abitudini simili, persone che hanno interessi comuni stanno incominciando ad entrare in relazione e ad unirsi tra loro. Facebook recentemente ha aperto la sua piattaforma a tutti gli utenti (inizialmente era solo per gli studenti dei college) e lo ha fatto anche affinché ognuno potesse creare widget’s o mini applicazioni al suo interno. Per lo stratega del web, le opportunità che quest’area offre sono molteplici: unirsi o costruire una community, rilasciare un’applicazione (widget), investire in pubblicità, raccogliere informazioni dai profili e estendere il proprio network…

Cosa dovresti sapere:
Gli inviti via mail stimolano la crescita: Gli inviti arrivano via mail, ad un certo punto mi sono ritrovato a riceverne dozzine in una settimana, questo è un segno della massa che si sta muovendo.

Discussioni: All’interno delle sezioni dei gruppi ci sono domande, risposte e discussioni se credi nel Cluetrain manifesto, questo è una manifestazione di dove si trova effettivamente la piazza del mercato.

Business audience, non solo ventenni: Quando Facebook si è aperto al mondo intero ha esteso la sua iniziale possibilità di raggiungere vecchi compagni di scuola, ciò è probabilmente avvenuto perché gli utenti originari si sono laureati e sono entrati nel mondo del lavoro. Molti dei miei contatti ed amici di Facebook sono senior manager, direttori e amministratori, non è più un gioco da studenti. Recenti ricerche hanno indicato che il segmento che cresce più velocemente è quello degli overi 35. Guarda l’analisi demografica della mia audience su Facebook.

Gruppi di affinità: Individui con interessi, problemi o caratteristiche simili stanno iniziando a riunirsi attraverso i network dei loro amici, o all’interno dei gruppi. Tutto questo è volontario, quindi si tratta di utenti coinvolti, diposti a dedicare energie a questo fenomeno, utenti che si sono voluti scegliere: “Ehi, anch’io sono così”.
Siamo di fronte a community e micro-segmenti di mercato.

Opt-in: A differenza delle forme tradizionali di pubblicità e marketing, Facebook ha molti elemnti opzionali che lasciano libertà agli utenti di controllare, approvare, e accettare inviti per gli amici, applicazioni, gruppi e altre caratteristiche

Indicizzazione limitata: Facebook è un network “chiuso”, e si possono vedere la maggior parte dei dati solo se si ha una login, la maggior parte delle pagine individuali sono precluse ai non-amici. Ciò limita la possibilità dei motori di ricerca tradizionali come Google, Yahoo, MSN, Ask, e altri di indicizzare i dati. Questa sarà una dinamica interessante da monitorare nei prossimi anni.

Forte Crescita: Facebook ha un tasso di crescita enorme, e se questa crescita resta costante potrebbe superare MySpace. Guardate le statistiche di John Bell.

Caratteristiche da conoscere:

La piattaforma

Piattaforma di identità: Facebook contiene profili personali (volontari) e numerosi metadata, essi forniscono moltissime informazioni sugli utenti. Allo stesso modo, gli utenti possono vedere dati riguardanti gli amici loro connessi. Tradizionalmente, blog, forum e altri strumenti non forniscono informazioni così dettagliate sugli utenti

Piattaforma di community: Gli utenti possono entrare a far parte di gruppi affini, Facebook può mappare relazioni e somiglianze. Si stanno formando community (tutte volontarie) e si stanno segmentando per interesse. Community è a tutti gli effetti un’altra parola per definire il Mercato.

Piattaforma di applicazioni: Facebook comanda una piattaforma API e può raccogliere informazioni attraverso il rilascio di applicazioni, i dati ad esse legati ed il loro uso.

Brutta interfaccia
: Facebook è conosciuto per essere poco chiaro sia per l’utente nuovo che per quelli che lo usano da tempo, le cose spesso non si trovano dove dovrebbero, ed è difficile individuare le homepage degli utenti.

Home Page
: La home page è in realtà una “news” page che aggrega contenuti come un lettore di feed RSS. Essa mostra anche altri eventi, annunci, richieste e informazioni, è molto simile alle pagine dei portali di un tempo. E’ possibile regolare i settaggi per accrescere o diminuire certi tipi di contenuto. E’ possibile anche vedere ciò che il tuo network sta facendo e persino ciò che i tuoi amici stanno scrivendo nelle bacheche degli altri (su questo ci sono stati dei problemi in passato). La home page può anche mostrare aggiornamenti provenienti da alcune applicazioni (come Twitter o Pownce), centralizzando così le comunicazioni (segnalato da Moksh)

Pagina Profilo
: La pagina profilo mostra le caratteristiche, lo status, gli interessi e altri metadata che un utente decide di condividere. La pagina profilo è la pagina da condividere con gli altri per poterli aggiungere come contatti.

Applicazioni: La sezione applicazioni è esplosa da centinaia di applicazioni di qualche settimana fà a migliaia. Per come l’ho capita, uno sviluppatore PHP può velocemente creare un’applicazione per Facebook. In alcuni casi, marche che hanno un abbondante seguito di clienti fedeli, hanno consumatori che creano applicazioni per loro conto.

Eventi
: Gruppi affini stanno iniziando a organizzare, promuovere e gestire eventi a partire da Facebook, questo può risultare molto pericoloso per Upcoming, Evite ed altri siti web di gestione degli eventi.

Messaggi Diretti: Gli utenti, compresi quelli nella mia community, stanno iniziando a mandarsi messaggi diretti tra loro, attraverso l’uso del sistema simile alle e-mail di Facebook. Sono ormai molti gli utenti della Generazione Y che usano i messaggi privati dei social network prima ancora delle mail. Una volta mi è stato detto che “le mail sono per le persone vecchie, come te.”

Il Media è inserito: Ci sono audio, video e video live streaming. Facebook è infatti una piattaforma media e di comunicazione. Sono molti i modi per inserire storie attraverso l’uso di media evoluti.

Widgets e Apllicazioni: La caratteristica più divertente sono i widget che permettono alle aziende e ai gruppi di costruire applicazioni a partire dalla piattaforma Facebook. Nonstante i widget siano ormai in circolazione da un po’ di tempo, non ce ne sono mai stati per una piattaforma di “identità” che comprendesse abbondanti comportamenti di utenti e network. Case study: guardate come la campagna di Walmart Dorm Room stia adesso rilasciando un applicazione per Facebook, come Charlene Li preveda grosse opportunità, e come John Bell stia tenendo gli occhi aperti. Se non conoscete la storia Walmart lanciò un clone di MySpace chiamato “Hub” che fallì e venne chiuso dopo solo dieci settimane.

Pubblicità: Ci sono pubblicità in Facebook nella colonna di destra (e altre aree) che danno la possibilità alle aziende di raggiungere mercati e target specifici. Poiché Facebook è una Piattaforma di Identità, loro hanno tutti i dati e le statistiche su ciò che gli utenti stanno facendo, quanto e quanto spesso. Per saperne di più basta andare alla pagina ufficiale della pubblicità.

Preoccupazioni sui dati e sulla privacy
Facebook è un buco nero, un sacco di dati entrano, ma ne esce una quantità esigua. Vedi gli altri post che ho scritto in passato:

Ancora un’altra ragione per cui abbiamo bisogno di un sistema di identità unico, affidabile e protetto.

Per inziare

1) Capisci come funziona Facebook
2) Buttati, crea un account e aggiungi me tra gli amici
3) Esplora i gruppi ed unisciti al Web Strategy Group, dove troverai altri strateghi simili a te
minded strategists
4) Applicazioni, sulla sinistra, esplora le applicazioni guarda come vengono usata e aggiungine un po’ delle tue
5) Tieni conto della tua strategia, trova qualcuno ch ti dia una mano. Contattami per saperne di più.

3 comments:

Jeremiah Owyang said...

Thanks for doing this! I certainly welcome all the translations I can get for key posts

Marband said...

Just found an interesting post in Tech Crunch: http://www.techcrunch.com/2007/10/03/seven-steps-to-graphing-your-facebook-strategy/

Anonymous said...

Yes indeed, in some moments I can phrase that I jibe consent to with you, but you may be making allowance for other options.
to the article there is still a question as you did in the decrease issue of this request www.google.com/ie?as_q=symantec endpoint protection 11.0.780.1109 ?
I noticed the phrase you suffer with not used. Or you partake of the black methods of helping of the resource. I take a week and do necheg